header 07

I perché dell’energia dal legno

Per l'ambiente

I riscaldamenti a legna moderni sono puliti!

La qualità è pagante

ll dibattito sulle polveri fini riguarda anche l’energia del legno. Secondo i dati più recenti dell’Ufficio federale dell’ambiente UFAM, i riscaldamenti a legna sono responsabili del 16 % delle emissioni di polveri fini.

UFAM: Polveri fini degli impianti di riscaldamento a legna: stato della tecnica

I riscaldamenti a legna che rispettano le esigenze del nostro marchio di qualità gestiti in modo corretto e utilizzati con il combustibile previsto, non sono solamente neutrali dal punto di vista del CO2, ma essi presentano emissioni notevolmente al di sotto dell’OIAt (Ordinanza federale contro l’inquinamento atmosferico) attuale e di tutte le normative in vigore in Europa.

Presti attenzione alla qualità all’acquisto!
Informazioni “Marchio di qualità”

L’energia dal legno copre più del 10% della richiesta di calore

L’arrivo del petrolio ha sostituito quasi completamente l’utilizzo del legno da energia. Nel 1970 la percentuale del legno rappresentava circa l’1% dell’approvvigionamento totale di energia, solo il 20% del legno tagliato nei boschi veniva utilizzato direttamente a scopo energetico. Solo con la crisi petrolifera del 1973 e il relativo aumento del prezzo del petrolio si scoprì un rinnovato interesse per l’energia dal legno.

A partire dagli anni ’90, in seguito allo sviluppo tecnologico ma anche grazie a misure mirate di politica energetica e a una crescente sensibilità della popolazione nei confronti dell’ambiente, l’utilizzo del legno a scopo energetico è nuovamente aumentato. L’energia dal legno contribuisce attualmente al 4.2% del fabbisogno totale di energia e al 10,6% della richiesta di calore, tornando così ad avere un ruolo principale nel mix energetico svizzero. Inoltre, l’imminente ristrutturazione del settore energetico suggerisce che in futuro la seconda più importante fonte di energia rinnovabile della Svizzera continuerà a crescere nel mercato del riscaldamento.

Fonte video: www.boscosvizzero.ch