header 07

Combustibili legnosi

Bricchette di legno

Con bricchette di legno si intende materiale pressato in diverse forme e grandezze, fabbricato a partire da resti di legno non trattato, secco, quali ad esempio trucioli di piallatura, compresso ad alta pressione in bricchette. A seconda del materiale utilizzato, le bricchette presentano diverse caratteristiche a livello di combustione. Alcune bruciano praticamente come i ciocchi di legna, mentre altre ardono senza formare una grande fiamma. In generale, si può dire che a livello di combustione, grazie all’elevata densità, le bricchette di legno si comportano come il carbon fossile (lignite). A differenza di quest’ultimo,le bricchette di legno producono però meno fuliggine, cenere e zolfo. Sono dunque più pulite e presentano un minore impatto ambientale. A questi vantaggi va aggiunta la loro neutralità per quanto riguarda le emissioni di CO2, poiché usando il legno, una risorsa rinnovabile, il ciclo è chiuso. In pratica, il CO2 emesso durante la combustione è lo stesso che l’albero ha assorbito durante la sua crescita grazie alla fotosintesi. CO2 che tornerebbe comunque in atmosfera anche se l’albero rimanesse a decomporsi nel bosco. Per questo motivo, l’impiego di bricchette può essere paragonato all’uso di legna in ciocchi.

Le bricchette hanno tuttavia dei vantaggi rispetto alla classica legna in pezzi. Possiedono ad esempio un potere calorifico riferito al volume notevolmente più elevato. Per il cliente, questo significa che per lo stoccaggio del combustibile sarà sufficiente uno spazio più piccolo. A seconda del tipo di bricchette, si può indicare che 1 ton di bricchette (una misura classica) equivale a ca. 3 – 5 steri (metri cubi) di legna da ardere di faggio in pezzi. Con l’ulteriore differenza che 1 ton di bricchette occupa un volume di solamente 1,5 m3. Un altro vantaggio risiede nell’imballaggio. Solitamente le bricchette sono fornite in pratiche confezioni da ca. 10 kg, su bancali (palette), protetti e facili da trasportare.

Inoltre, siccome le bricchette sono fabbricate utilizzando trucioli molto secchi ed in modo omogeneo, non sussistono eventuali difficoltà dovute ad un umidità residua troppo elevata del combustibile. In effetti, a questo proposito nella legna in pezzi possono sussistere differenze anche all’interno di una singola fornitura. Non da ultimo, le bricchette producono quantità notevolmente inferiori di cenere rispetto alla legna in pezzi, di modo che gli intervalli di pulizia del sistema di combustione diventano meno frequenti. Chi intende approfittare del calore del legno attraverso un combustibile pulito, pratico e rispettoso dell’ambiente, dovrebbe assolutamente provare le bricchette di legno. 

Fabbricazione

Le bricchette di legno sono fabbricate a partire da resti di legno non trattato, secco, quali ad esempio trucioli di piallatura, compresso ad alta pressione. Durante la pressatura, la lignina presente nel legno si trasforma e funge da legante per i trucioli. Non è pertanto necessario usare leganti aggiuntivi. L’elevata compressione applicata fa in modo che al suo interno le bricchette non contenga più aria. Questa caratteristica, assieme alla bassissima umidità residua del legno impiegato, fa sì che rispetto alla legna in ciocchi le bricchette abbiano un potere calorifico più elevato.

Torna sù