header 07

Sull'energia dal legno

Combustibili legnosi

 

Come brucia il legno?  

La combustione del legno può essere suddivisa in tre fasi:

  • All’inizio, con temperature fino a ca. 150 °C, avviene l’essicazione, con la quale l’acqua residua ancora presente nel legno evapora.
  • Tra ca. 150 e 600 °C avviene la cosiddetta pirolisi o scomposizione termica, tramite la quale si liberano i gas del legno e rimane il carbone.
  • Tra ca. 400 e 1300 °C, grazie all’apporto di aria (ossigeno) ha luogo l’ossidazione, ossia il processo di combustione vero e proprio. I gas liberati dalla pirolisi e il carbone possono così bruciare. È soltanto a partire da questo momento che viene liberata energia.

La conoscenza dettagliata del processo di combustione del legno permette di concepire e costruire sistemi di combustione con un elevato rendimento energetico e basse emissioni.

Utilizzate legno svizzero

Sette buone ragioni in favore del legno di provenienza svizzera:

  • Sfruttamento sostenibile delle foreste
  • Brevi distanze di trasporto
  • Mantenimento di posti di lavoro stabili nella regione
  • Metodi di costruzione ecologici
  • Calore sostenibile
  • Meno gas ad effetto serra
  • Qualità svizzera
  • Informazioni sul Certificato di origine del legno svizzero: tedesco / francese

Riscaldare con legna svizzera sottoforma di pellets, cippato o legno in pezzi, rafforza la regione, contribuisce a sostituire i combustibili fossili e a rendere il nostro Paese indipendente.